Cosa non faremo mai

 

Questo manifesto comportamentale per noi è il documento più importante.

Molti professionisti promettono trasparenza, correttezza, puntualità (ed altro) salvo poi disattendere le promesse fatte.

Noi di Milano Stabili abbiamo voluto pubblicare sul sito le nostre linee comportamentali, come atto di onestà intellettuale verso tutti gli amministrati che ci hanno scelto.

La tecnologia informatica oggi ci permette di fissare su un sito internet i cardini del nostro operare, onde evitare equivoci del tenore: “… si era detto – avevate promesso – credevamo che”.

Pertanto, potrà sembrare eccessivo, risoluto (di certo inusuale), ma a futura memoria vi diciamo:


cosa non faremo mai


Trascurare il recupero del credito

Una buona amministrazione deve portare in assemblea i conti in ordine e non presentare rendiconti con crediti abbandonati o anche solo trascurati.


Farci “tirare per la giacchetta”

Amministrare vuol dire avere polso e non favorire chi cura solo i propri interessi personali a scapito della collettività, cercando poi di coinvolgere l’amministratore nelle sue ragioni.


Interminabili assemblee

Assemblee lunghe e mal condotte creano disaffezione e, a lungo andare, un rovinoso assenteismo.

Decenni di assemblee ci hanno permesso di affinare una gestione dell’assemblea breve e proficua.


Non condividere le scelte

Per noi il continuo confronto con i condomini e con i consiglieri resta il miglior modo di operare. Il patrimonio immobiliare ed economico è dei singoli condomini, non nostro. Condividere è la prima forma di rispetto.


Non condividere i documenti condominiali

Anche la documentazione cartacea è di proprietà del condominio e non dell’amministratore. Per questo non deve essere considerato un privilegio l’accesso alla banca dati, né una cortesia estrarne copia. Per facilitarne la visione, tutti i documenti degli stabili da noi amministrati sono sul nostro sito, dati accessibili solo ai condomini di riferimento, per garantirne la privacy.


Usare un conto corrente per più condomini o diverse gestioni

Ogni volta che si effettuano lavori rilevanti è bene aprire un nuovo conto corrente per la gestione straordinaria. L’esigenza di chiarezza e trasparenza per noi è una priorità e non si può far confluire su uno stesso conto diverse gestioni.


Convocare in ritardo l’assemblea ordinaria di fine gestione

Una buona amministrazione convoca tempestivamente le assemblee, per rendere conto del lavoro svolto. Assemblee tardive sono indice di una mala gestio contabile, amministrativa ed organizzativa.